Africaland, raduno 2017

Africaland, raduno 2017

Le dolci colline di Castel del Rio (Bo), col borgo medievale e il ponte alidosiano adagiati sulle fresche acque del fiume Santerno, hanno ospitato nel week end del 29 e 30 aprile, l’edizione 2017 del Jamboree Spring, il raduno di fuoristrada dedicato agli iscritti del forum Africaland. Cornice dell’evento, divenuto ormai appuntamento imperdibile per gli appassionati del marchio Land Rover, è stato il complesso turistico Le Selve dove equipaggi provenienti da tutt’Italia (Piemonte, Veneto, Lazio, Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Lombardia, Umbria e Trentino solo per citare alcune regioni) si sono ritrovati per trascorrere due giorni in off-road alla scoperta delle bellezze storiche e gastronomiche di questo territorio. Raduno_AL_05Il cartello “Land Rover Parking Only” (all others will be winched…) ha dato il benvenuto a circa 150 persone e a 74 veicoli LR iscritti alla manifestazione. Equipaggiati da viaggio, estremo o semplicemente di serie, Discovery, Defender, Range Rover e persino un Half Ton, uno dei veicoli più richiesti tra i collezionisti di vecchi 4×4 dell’ovale verde, hanno passeggiato lungo i quasi cento km di sterrate turistiche, su sentieri a cavallo di Romagna e Toscana, e fra gli oltre 80 km di bosco con alternative “off” più impegnative. I tracciati a GPS hanno permesso ai partecipanti di fermarsi a piacimento lungo tutto il percorso per ammirarne i panorami naturali così come per un rilassante picnic all’ombra dei castagneti secolari o ancora seduti a tavola in tipiche trattorie in cui assaporare i piatti tipici della cucina romagnola e toscana. La serata di sabato è trascorsa in allegra compagnia fra ricordi di avventure, rigorosamente a bordo delle inseparabili Land Rover, attorno a bracieri fumanti di carne alla griglia, sotto una stellata fresca e limpida come non mai. Nella giornata di domenica, dopo aver percorso alcuni altri tracciati allestiti in occasione del raduno, si è potuto visitare l’interessante Museo della Guerra e della Linea Gotica di Castel del Rio dove le narrazioni del sindaco in persona hanno permesso di comprendere meglio la storia di quei 1600 pezzi, alcuni rari e pregiati, esposti negli 800 metri quadrati dello spazio museale di Palazzo Alidosi. Quattro passi nel piccolo centro cittadino per un gustoso aperitivo fra i suoi caffè e qualche acquisto di prodotti gastronomici locali hanno riaccompagnato i partecipanti di questa edizione del Jamboree Spring al complesso Le Selve per il pranzo ufficiale dell’evento: formaggio e affettati, garganelli al ragù e salsiccia con piadina, il tutto fra un brindisi a suon di Sangiovese e un altro con il “re dei colli bolognesi”, il bianco Pignoletto. Raduno_AL_10A concludere la due giorni di AL, il simpatico sorteggio di premi offerti da sponsor 4×4 e aziende della zona prima del saluto e delle foto di gruppo che ancora una volta hanno sottolineato il grande spirito di amicizia da sempre alla base di questo raduno. E per chi alla guida in fuoristrada non ha voluto proprio rinunciare (e che ci ha così permesso di realizzare gli ultimi scatti fotografici), il pomeriggio è proseguito ancora con qualche divertente passaggio a trazione integrale attraverso un rigoglioso sottobosco sino a raggiungere Poggio Guro, anche noto come Passo del Colonnello, un’altura sovrastante Castel del Rio dove, in ricordo del tenente-colonnello americano Charles P. Furr scomparso sotto il fuoco tedesco, è stata posta, a suo tempo, una lapide commemorativa. Il week end motoristico di fine aprile, organizzato in collaborazione con il club 4×4 Cinghiali del Santerno, è stato così ottima occasione per ricordare, ancora una volta, che fuoristrada e natura possono convivere nel totale rispetto di entrambe proponendosi anzi come un importante binomio per lo sviluppo turistico del territorio. L’appuntamento è già al prossimo anno con il Jamboree Spring! Si ringraziano per l’ottima riuscita dell’evento: Comune Castel del Rio con il sindaco Alberto Baldazzi, Carabinieri Forestali e Carabinieri Comando Stazione Castel del Rio, IF ImolaFaenza Tourism Company, Officina R.A.M. 4×4, Aylmer Motors, Land Italia Magazine, Eagle OffRoad, Tarroni Vigneti & Vini, Piadinaland di Marta Zuffa, Tipolitografa Errepi e Daniele Galassi (OXA Antincendio).Foto 1_Gruppo_con_sindaco

Lascia un commento