Il Gruppo Renault accelera lo sviluppo dei veicoli autonomi creando una nuova joint-venture con Oktal

Il Gruppo Renault accelera lo sviluppo dei veicoli autonomi creando una nuova joint-venture con Oktal

Il Gruppo Renault accelera lo sviluppo dei veicoli autonomi creando una nuova joint-venture con Oktal. Il 4 luglio, il Gruppo Renault ha annunciato l’acquisizione del 35% di una nuova joint-venture, Autonomous Vehicle Simulation (AVS), con Oktal, filiale di Sogeclair, Società francese di ingegneria aeronautica e sistemi di simulazione, con sede a Tolosa. L’acquisizione permetterà a Renault e all’Alleanza Renault-Nissan di continuare a proporre una serie di tecnologie d’avanguardia per favorire lo sviluppo dei test di veicoli autonomi in ambiente virtuale. “Questa acquisizione rafforza la strategia del Gruppo Renault nello sviluppo del veicolo del futuro: elettrico, connesso e autonomo. Siamo molto lieti di associarci ad Oktal per dar vita a AVS e sostenere in tal modo l’innovazione francese. Questo partenariato ci permetterà di accelerare lo sviluppo di nuovi servizi e migliorare l’esperienza dei nostri clienti” afferma Gaspar Gascon, Direttore Ingegneria Prodotto del Gruppo Renault. La partnership creata attraverso AVS favorirà anche l’Alleanza Renault-Nissan, impegnata a lanciare oltre 10 veicoli con capacità autonome entro il 2020. L’Alleanza ha già avviato test virtuali di veicoli autonomi attraverso il software di simulazione SCANeRTM, ideato da Renault e sviluppato in collaborazione con Oktal. “A supporto dell’investimento di Renault, noi acceleriamo lo sviluppo delle nuove funzionalità di SCANeR Studio dedicate al veicolo autonomo e connesso”, precisa Laurent Salanqueda, Direttore Generale di Oktal.

Renault e Sogeclair investono in AVS
Forte di oltre 15 anni di sviluppo collaborativo in Renault, AVS potenzierà lo sviluppo dei prodotti attraverso i simulatori di guida. La nuova joint-venture acquisirà le risorse automobilistiche della filiale di Sogeclair, Oktal, che saranno trasferite nella nuova Società. Con l’affermarsi delle tecnologie di assistenza alla guida e del veicolo autonomo, i test di simulazione rivestono un’importanza strategica per l’industria automobilistica. I test e la simulazione fanno entrambi parte del processo di sviluppo del veicolo autonomo. Per raggiungere il livello richiesto di affidabilità, i veicoli di prova devono percorrere moltissimi chilometri, il che presupporrebbe molti anni di guida. Oltre ai test in situazione reale e ai metodi di test accelerati, i test di simulazione virtuali consentono un notevole risparmio di tempo e assicurano il rispetto delle tempistiche. I nuovi sviluppi di prodotti e servizi puntano a posizionare il software di simulazione SCANeR tra i leader mondiali del settore.

 

Lascia un commento