Mercedes-AMG Compact Cars: battesimo all’Hungaroring

Mercedes-AMG Compact Cars: battesimo all’Hungaroring

Mercedes-AMG Compact Cars: battesimo all’Hungaroring – Per festeggiare il successo riscosso dalle vendite, la Casa della Stella ha organizzato una sessione di prova di tutte le sue compatte all’interno del Circuito dell’Hungaroring.

Il 2016 è stato per Mercedes-Benz il sesto anno record consecutivo, un anno nel quale la Casa della Stella è stata in grado per la prima volta di superare la quota di due milioni di vetture vendute in 365 giorni. Gran parte del merito di questo enorme successo è sicuramente da attribuire alla famiglia delle compatte, che sta riscuotendo un grande successo nel mondo, e al programma di ringiovanimento che ha coinvolto l’intera gamma. I membri di questa famiglia di compatte sono la Classe A e la Classe B, il CLA e il CLA Shooting Brake, nonché il SUV-crossover GLA, recentemente sottoposto a restyling.

Mercedes-AMG Compact Cars

Per capire cosa abbia scatenato un tale successo per queste vetture, ci siamo recati presso l’impianto dell’Hungaroring a Budapest dove, grazie all’evento organizzato da Mercedes-AMG, abbiamo potuto tastarle a fondo così da apprezzarne i pregi ma anche i difetti. Tra tutti i modelli di compatte a nostra disposizione la scelta è ricaduta sulla potentissima A 45 AMG, la preferita dal pubblico giovanile amante dei cordoli, e sulla camaleontica GLA 220d, la scelta ideale per gli amanti delle compatte confortevoli e avventuriere.

Classe A 45 AMG

Mercedes-AMG Compact Cars

Fin dal primo sguardo la A 45 AMG trasuda sportività e potenza da tutti i pori. Lo spoiler anteriore A-Wing, la calandra bilama, la pinza freno rossa con scritta nera AMG sormontata da cerchi in lega da 19 pollici, lo spoiler posteriore di dimensioni generose, l’enorme diffusore, i doppi terminali di scarico e le pronunciate prese d’aria oltre a conferire un look estremo collaborano a dirigere con precisione l’aria svolgendo una chiara funzione aerodinamica. Stesso discorso si può fare per gli interni dove la Classe A pepata vanta sedili super sportivi e avvolgenti in pelle e alcantara, volante in alcantara con cuciture rosse e inserti in carbonio come chiaro richiamo al mondo delle corse. Insomma, se vorrete passare inosservati la compatta di Affalterbach non è l’auto che fa per voi, infatti, la sua silhouette estrema e il corposo sound che esce dagli scarichi saranno una calamita per gli occhi degli appassionati e non solo.

Mercedes-AMG Compact Cars

Un’estetica così aggressiva non poteva che celare una meccanica di pari livello. Sotto pelle, infatti, la Classe A di Affalterbach nasconde un 2.0 litri quattro cilindri con iniezione diretta di benzina a getto guidato e turbocompressore con tecnologia Twin Scroll e pressione di 1,8 bar relativi. Una tale tecnica motoristica le permette di sviluppare una potenza di 381 CV a 6.000 giri/min e una coppia massima di 475 Nm disponibile tra 2.250 e 5.000 giri che spinge la compatta tedesca a una velocità massima di 270 km/h e ad archiviare la pratica dello 0-100 km/h in appena 4,2 secondi. Prestazioni tenute a bada dallo sportivo cambio DCT doppia frizione a sette rapporti, dalla trazione integrale 4Matic AMG con frizione multidisco, dal sistema Dynamic Select con 5 diversi programmi di guida, dall’assetto Ride control AMG, dal differenziale anteriore autobloccante e dal prestazionale impianto Brembo con dischi autoventilanti e forati da 350 mm all’anteriore e 330 al posteriore.

In pista

Mercedes-AMG Compact Cars

Scelta la modalità di guida Race e spostato l’ESP in Sport Handling Mode ci prepariamo ad affrontare il caratteristico circuito ungherese. La piccola tutto pepe della Stella ci è parsa fin da subito un’auto molto divertente. Il potente motore spinge con estremo vigore fin dai regimi più bassi e sembra non avere mai fine nemmeno raggiunta la zona rossa. Di coppia ce n’è in abbondanza ma viene erogata in modo molto progressivo, mai brutale. A ogni cambiata la combinazione tra scarico sportivo ed elettronica ci regala delle vere e proprie fucilate che altro non fanno che aumentare l’elevato livello di godimento raggiunto fino a quel momento. Il cambio doppia frizione, rapido e preciso, snocciola via un rapporto dietro l’altro senza alcuna interruzione di spinta e in modalità manuale permette persino di mantenere la marcia a limitatore senza passare al rapporto successivo, peccato solo per la non altrettanta velocità nella risposta all’azionamento dei paddles posizionati dietro al volante.

Mercedes-AMG Compact Cars

I freni, potenti e modulabili, hanno un mordente davvero niente male e solo dopo numerose staccate al limite il pedale del freno ci è parso un pò più gommoso ma non meno efficiente. Spinta al limite tra le curve del famoso circuito di F1 la piccola tedesca si è rivelata veloce e rapida nei cambi di direzione. La trazione integrale interviene al momento opportuno dandoci motricità quando manca mentre l’assetto AMG fa il possibile per ridurre a zero il rollio consentendoci di affrontare i curvoni in appoggio alla massima velocità. Unico difetto, essendo un’auto che nasce a trazione anteriore, è la leggera tendenza al sottosterzo sia in ingresso che in percorrenza di curva. Situazione facilmente risolvibile portando la frenata fin dentro la curva, così da dare direzionalità all’avantreno, e facendola girare sfruttando lo spostamento del posteriore con un leggero ma rapido colpo di sterzo in ingresso curva.

GLA 220d 4MATIC

Mercedes-AMG Compact Cars

Recentemente sottoposto a un leggero restyling estetico la Mercedes GLA 2017 introduce qualche novità anche negli interni, in ambito tecnologico e in quello della sicurezza. Negli esterni cambia il design dei paraurti e dei cerchi in lega, viene introdotta la nuova colorazione beige Canyon e diventano disponibili, come optional, i fari Led al posto dei vecchi bixeno. Nell’abitacolo, invece, le modifiche hanno riguardato i pannelli porta e la pelle dei sedili che hanno guadagnato nuovi materiali e rivestimenti, sono stati rivisti i comandi delle regolazioni elettriche dei sedili, sono state ridisegnate anche le bocchette d’aerazione ed è stata cambiata la grafica della strumentazione. Sul fronte tecnologico troviamo la nuova telecamera perimetrale, lo schermo dell’infotainment che passa da 7 a 8 pollici e l’apertura senza mani del portellone posteriore mentre in ambito sicurezza si avvale ora della frenata automatica d’emergenza e del sistema che rileva il rischio di colpo di sonno da parte di chi guida.

Mercedes-AMG Compact Cars

Al leggero restyling estetico è seguito anche un piccolo aggiornamento tecnico che ha portato a migliorie dal punto di vista aerodinamico, con il Cx che è passato da 0,29 a 0,28, e all’introduzione di tre diversi tipi di assetto: Comfort Offroad, che aumenta la luce a terra di 3 cm, Sportivo, che diminuisce l’altezza da terra di 1,5 cm, e Normale. La Mercedes GLA MY2017 è già in vendita a un prezzo di partenza di 30.140 euro per la 180 a benzina da 122 CV oppure 31.020 euro per la 180 d a gasolio da 109 CV.

In off-road

Mercedes-AMG Compact Cars

Presa la giusta confidenza con il compatto SUV della Stella, affrontiamo un percorso off-road per metterne alla prova le doti fuoristradiste. Fin dai primi metri percorsi si è subito dimostrata a suo agio nonostante il terreno sconnesso e la poca aderenza offerta. I 3 centimetri in più dell’assetto Offroad si sentono tutti e la Mercedes GLA  affronta e supera gli ostacoli senza alcun problema restituendo tutto sommato anche un certo comfort all’interno dell’abitacolo. Pur non nascendo come una vera fuoristrada sembra che nulla possa fermarla.

Mercedes-AMG Compact Cars

L’ottima trazione integrale, basata su una frizione a lamelle a comando idraulico e coadiuvata dall’elettronica, ci tira fuori anche dalle situazioni più critiche; il controllo della velocità in discesa (da 3 a 15 km/h) e delle ripartenze in salita ci viene in aiuto all’occorrenza; infine le telecamere perimetrali ci consentono di avere un’idea di ciò che ci circonda o del luogo nel quale stiamo per posizionare le ruote. La nuova GLA, insomma, è un’auto davvero polivalente, in grado sia di offrire un ottimo comfort nei lunghi viaggi autostradali in totale silenzio che di affrontare un percorso off-road accidentato o con scarsa aderenza senza per questo andare in crisi.

Lascia un commento