Nissan contro la contraffazione dei ricambi

Nissan contro la contraffazione dei ricambi

Nissan contro la contraffazione dei ricambi. MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, ha annunciato la partnership con Nissan per combattere la contraffazione di autoricambi che costituiscono una minaccia per la sicurezza dei consumatori e compromettono la qualità dei veicoli. Infatti, lavorando con MarkMonitor, Nissan ha rimosso più di 31.700 prodotti contraffatti e ha intrapreso azioni contro 125.000 annunci sui marketplace, per un valore di 283 milioni di dollari. Grazie alla collaborazione con MarkMonitor, iniziata nel 2013, Nissan è riuscita a raggiungere diversi obiettivi importanti, tra cui l’aumento della sicurezza dei propri clienti, la riduzione dell’abuso di dominio e della confusione dei brand Nissan e Infiniti, e ha significativamente ridotto gli annunci contraffatti su diverse piattaforme di marketplace in tutto il mondo.

I ricambi contraffatti, che costano al settore automotive globale quasi 45 miliardi di dollari all’anno, costituiscono il maggior rischio di responsabilità per i produttori. Molte di queste parti di ricambio sono distribuite online tramite i marketplace, o su siti illegittimi che utilizzano testi e immagini rubati per apparire come gli originali. Di conseguenza, i meccanici o i consumatori che riparano i propri veicoli, installano inconsapevolmente questi pezzi che potrebbero causare seri danni quando non lavorano come dovrebbero. Questi possono implicare costi di assistenza e di garanzia più elevati o nuocere ai passeggeri quando i componenti dell’auto, come ad esempio i freni o parti del motore, non funzionano.

Lascia un commento